21 agosto 2008

Honeymoon - prima puntata (Edimburgh)

Qui Reykjavik, temperatura + 15 C°, tempo non male, tutto ok...
Questo è un post un po' diverso dagli altri; viene scritto tanto lontano da casa e per giunta a quattro mani...
Ci tenevamo molto a fissare i ricordi e le emozioni; farlo è sempre bello, ma lo è ancor di più quando, come adesso, sembrano venire giù come un fiume in piena...
e poi, qui sul web e - ovviamente - fuori ci sono diverse persone con cui è bello condividere questo momento...
E così eccoci a raccontare il nostro "tour d'Europe" un po' avventuroso: Edimburgo - scappata a Londra - Reykjavik - Parigi.
Andiamo con ordine...
Edinburgo


Edimburgo l'abbiamo presa nei giorni del Festival teatrale e del Military Tattoo, una parata militare molto cara agli Scozzesi. Quindi l'abbiamo trovata splendidamente pulsante, brulicante e viva di gente per le strade, anche perché, parallelamente al festival ufficiale, si svolge The Fringe, una sorta di controfestival (o meglio festival parallelo) che vede coinvolti centinaia di artisti di strada nelle loro esibizioni "open air".
Assaggiate le Haggis, il salmone e il beef, visitati i tipici pub con tanto di scapoloni che mangiano fritture e schifezze varie già alle 5 e mezza del pomeriggio, girate le strade, inclusa la famigerata Prince Street, via dello shopping.
Dei monumenti non si può dimenticare Holyrood House, residenza reale in Scozia e "teatro" delle torbide vicende di Mary Stuart. A parte il fatto che in Scozia Mary Stuart è una sorta di idolo nazionale, non si può però fare a meno di trovarla simpatica, immaginando la sua spocchia francese nella fredda Scozia... mica da ridere i suoi gioielli e il cofanetto da ricamo (ma avrà ricamato davvero o avrà fatto finta??). E poi la storia tipica della rivalità femminile: insomma sarebbe stato meglio per lei non fidarsi troppo di sua cugina Elisabetta...
Accanto al palazzo si trovano i resti dell'abbazia distrutta e un bellissimo parco, con tanto di scoiattoli per il diletto dei turisti...

La città è complessivamente ospitale e gentile, si mangia tutto sommato non male, accettando di innalzare a palla il proprio livello di colesterolo... Colpisce il fatto che, probabilmente in conseguenza dell'incendio del 2002, a ogni pié sospinto nei locali pubblici suonano gli allarmi antincendio e arrivano i pompieri; questo ci è capitato un ristorantino nei pressi del castello, dove si stava svolgendo una degustazione di whiskey scozzese e (dopo l'evacuazione e il successivo rientro) abbiamo mangiato dell'ottima carne...

A presto con la prosecuzione delle cronache...

3 commenti:

manu ha detto...

che bello rileggerti, sembra proprio tu ti stia divertendo!
bbaci

manu

zidora ha detto...

Ci fa molto piacere leggere della tua luna di miele. Sono bellissimi ricordi che restano nel cuore. baci e bentornata :-)

francesca ha detto...

bella Edimburgh!! anche lì ci sono gli scoiattolini, ma sono quelli grigi o quelli rossi?
continuo a leggere i tuoi post